Comune di Genivolta

Struttura della pagina:

Testata e utilità

Canali

Colonna laterale

Linea diretta

Comune di Genivolta
Via Castello, 14
26020 Genivolta (CR)

tel. 0374/68522
fax 0374/68862

Caselle posta elettronica

Posta Elettronica Certificata

Fatturazione elettronica

Codice univoco ufficio: UFSKVL
Nome ufficio: Uff_eFatturaPA
Dove trovo l'Iban per effettuare un bonifico?

Informazioni relative alla IUC - Imposta Unica Comunale

Vai all'albo pretorio

Permesso di Costruire in Variante al PGT in procedura SUAP ┬źDelma Srl┬╗

Vai alla pagina dei fotoalbum

Webmaster:
Link al sito di EMME3

Menù briciole di pane

Sei in Home > Territorio > Geografia ed Ambiente > Il fiume Oglio

Sommario della pagina

Contenuto

Il fiume Oglio

Il fiume a nord di GenivoltaDall'unione del torrente Narcanello e del Frigidolfo, provenienti dal ghiacciaio Presena il primo e dalla Cima dei Ercavallo il secondo, nasce il fiume Oglio, nel territorio di Ponte di Legno in alta Val Camonica.

L'Oglio percorre l'intera valle e nel suo percorso bagna le località di Edolo, Breno e Boario Terme. Tra Lovere e Pisogne si immette nel lago d'Iseo (detto anche Sebino) e fuoriesce tra Sarnico e Paratico. Qui scorre tra le colline moreniche per poi arrivare in pianura incassato in una valle dai limiti morfologici ben distinti, con un letto elevato scavato dalla corrente sopra un substrato grossolano e ghiaioso.

Scorcio di GenivoltaTra Soncino e Genivolta l'Oglio muta percorso dirigendosi verso sud-est: è il tratto dove diviene meandreggiante: i secolari mutamenti sono particolarmenti evidenti osservando mappe aeree o satellitari, non solo nelle lanche residue ma anche nelle tipiche forme a mezzaluna di alcuni terreni coltivati. La valle fluviale si fa ampia ma i suoi limiti continuano ad essere evidenti, luoghi ideali per lo sviluppo di centri abitati, sufficientemente lontani dalle bizze del fiume, ma ugualmente vicini per sfruttarne tutte le risorse. Proprio al limite di uno di questi terrazzamenti sorge Genivolta; alcuni scorci fanno apparire il paese quasi come un borgo di collina...

AvifaunaIl tratto finale del fiume, oltre Pessina Cremonese, è ampio e disteso e plasmato dalla mano dell'uomo, spesso affiancato da alti argini artificiali. Presso Ostiano e Canneto riceve i suoi due maggiori affluenti: il Mella ed il Chiese.

Termina il suo corso nel Po, tra Cesole e San Matteo delle Chiaviche, in provincia di Mantova, dopo aver percorso 280 chilometri.

Bibliografia

Autori vari: L'Italia dei Parchi naturali, Fabbri Editori,

 

Pié di pagina